Stabilità è un brutto messaggio, secondo me

La parola d’ordine del governo Letta è “stabilità”. E’ la parola che ripete in tutte le occasioni, e come ragione di molte strategie, vale come alibi per una maggioranza invece precarissima, come salvacondotto per i passi falsi, e come rassicurazione della collettività nella bufera della crisi.
Serve su vari fronti: a risolvere complicazioni (Shalabayeva+Alfano ieri, Ligresti+Cancellieri oggi), a far passare i riottosi (da Berlusconi a Renzi) come ragazzotti irrequieti (e lui saggio capitano), a tenere unita una squadra divisa intorno a una parola inconfutabile, a passare per mite, moderato e responsabile. E soprattutto a dare all’opinione pubblica un senso e un significato alla sua esistenza. Del tipo “siamo in burrasca, tutti fermi, non facciamo casino, poi si vede”.

 

La verità è che è invece una parola d’ordine nefasta e pericolosissima. E i messaggi a un paese (come ci ha insegnato Berlusconi) influenzano un paese molto più delle cose effettivamente fatte.
E in questo momento, di tutto questo paese ha bisogno, meno che di stabilità. Perchè in un momento del genere non bisogna lasciar intendere al paese che è meglio attendere, rattoppare il rattoppabile, in vista di tempi migliori.
C’è da rimboccarsi le maniche, avere in mente progetti, ripensare le cose e fare scelte coraggiosa.
Da chi ha una pizzeria in puglia, il giovane laureando, il trentenne a Torino in cerca di un futuro, il cassintegrato, l’imprenditore, il farmacista, tassista, avvocato, medico, grafico, pensionato e casalinga. Il messaggio dovrebbe essere: è successa una crisi epocale, il mondo si è rivoltato come un calzino, non rimanete fermi, non aspettate che torni tutto come prima, non è una tempesta che passa. E’ passata, ha sconvolto mezza Europa, ora il campo è questo: giocate una partita nuova.
Inventate modi nuovi, create reti, modelli, dinamiche e pratiche nuove.
Dite a vostra sorella finalmente che il marito è gay, chiudete quel ristorante che le tovaglie bianche non si portano più, e non iscrivete vostro figlio a una delle 800 facoltà inutili che abbiamo inventato.
Voi fate questo, e lo stato vi è vicino. Che apriamo tutti insieme un capitolo nuovo.
Questo è il messaggio che vorrei sentire.
Forse perchè ho 30 anni, e non sia mai la mia vita (come quella di molti) rimane “stabile”. Sarebbe una tragedia.

 

A volte ritornano

La nuova home del Daily Beast è uno dei tanti piccoli passi che si vedono nei layout delle homepage ultimamente. Ovvero immagini più grandi, cura del font, layout ariosi, lunghissimi. E, per così dire, a “più tempi” di lettura via via che si scrolla. Insieme a dei layout interni diversificati per tipologia di post, strilli, impaginazione delle imagini.
In sostanza con il tempo le testate online stanno riprendendo delle caratteristiche della carta stampata, a cui per ragioni tecnologiche in principio avevamo abdicato.
E’ una buona notizia: non si butta via tutto quando si passa al nuovo, e alcuni consigli della nonna sono sempre validi.

La geolocalizzazione di Tonino

Il ragionamento di un napoletano è il seguente: il parcheggiatore abusivo è una tassa obbligatoria, esattamente come le strisce blu. Ma con alcune sostanziali differenze:

  • Il primo offre un servizio, viene da te, ti saluta, chiude la portiera, ti guarda la macchina e ti evita di pagare le strisce blu. Il tutto per la modica cifra di 2/3 euro, tempo illimitato. E quando gliele dai, sai che così fa la spesa e paga l’affitto.
  • Il secondo non è un servizio, è una macchinetta infernale che irragionevolmente pretende 2 euro (cada ora!), per restituirti in cambio un misero foglietto, che devi pure cancellare tu a mano, sporcandoti la camicia nuova.  Non ti saluta, non ti guarda la macchina e non ti chiama manco “dottò”. E se lì intorno ci fosse per caso una telecamera del medesimo proprietario (lo Stato) quest’ultima servirà a metterti una multa, non a vedere chi t’ha ammaccato la macchina. E se per caso gli dovessi dare dei soldi, stai sicuro che nella migliore delle ipotesi serviranno a comprare un’altra telecamera, e a metterti un’altra multa.

Conti alla mano, non c’è nessun dubbio che in un regime di concorrenza (quello che vige a Napoli a riguardo) vinca il primo. E in un regime di libero mercato a qualcuno deve essere sembrato sacrosanto che il consumatore abbia, all’occorrenza, una mappa molto chiara dell’offerta.

Se ci pensate, non fa una piega.

 

Piacere, Massimo Stampa

Oggi Massimo Gramellini è arrivato su twitter. Il che non è una gran notizia.

Quello che invece ho notato con grande sorpresa è che il suo profilo ufficiale, nome e cognome, è gestito dalla Stampa. E che la Stampa lo fa con molti dei suoi autori di punta. Compreso il logo dell’azienda come sfondo della pic.

A prescindere dall’ovvia constatazione che questo è un  modo broadcast di concepire i social, nessuno interagirà con Gramellini come fosse davvero lui, e quel profilo non genererà la stessa qualità di engagement di un account gestito personalmente. Pubblicherà, come faceva un vecchio ufficio stampa.

Ma a prescindere da questo, c’è da registrare che una cosa del genere è un cortocircuito non da poco del rapporto persona/azienda. Qui il volto di una persona è brandizzato, le sue relazioni, il suo nome e cognome. Non quello che lui fa (che è normale) ma qualcosa di molto simile a quello che lui è. Voglio dire: cosa succede il giorno che Gramellini va in pensione o si licenzia? Di chi è l’account? Dell’azienda, di lui, o suo?

Forse ne apre un altro, “di persona personalmente”, e faranno a gara a chi, per primo, twitterà “buongiorno”.

 

 

 

 

ps. sarà che sono uno che su twitter non segue brand, solo ed esclusivamente persone, ma di una cosa nella vita sono certo: non darei la gestione del mio profilo a una azienda nemmeno se mi coprissero d’oro.

You may be more sensitive to its effects

Over the next few years, visitors will be able to observe the results of hand thinning, commercial thinning, mastication, and prescribed burning all within an easy walk around the Highlands Center for Natural History site. The first phase of this project includes hand thinning, followed by chipping or piling of materials to reduce hazardous fuels on approximately 30 acres located immediately adjacent to HCNH facilities. Some of the thinning and chipping work was completed this summer by a Student Conservation Association Military Veteran’s Crew..

Canada Goose A total of 20 different classes for cars and trucks are split into five groups, each running as part of multiple lap races over the much abbreviated 6.25 mile loop each day. Each day (Jan. 15 16). 7. Newcastle Central Station: The gateway to the city for millions of rail traveller since 1850. With its neoclassical frontage and triple curved roof, it is one of the finest buildings in the city. Canada Goose

Canada Goose Outlet 3. It’s a perfect position for (some) girls to concentrate on getting off canada goose outlet, which I’m told is not always that easy to do. I guess a lot of guys have beef with missionary because they say they’re “doing all the work” or whatever. Day, he said, you and I kinda went through the same thing, Holloway says. Said, went to the Green Bay Packers as a quarterback and they were just not ready for that. Vince Lombardi said that just wasn gonna happen. Canada Goose Outlet

Canada Goose Online If you already have high blood pressure or heart problems, though, have a discussion with your doctor about your caffeine intake. You may be more sensitive to its effects. Also, more research is needed to tell whether caffeine increases the risk for stroke in people with high blood pressure.. Canada Goose Online

cheap canada goose outlet I rather take a money cut, go to another show and feel appreciated. Fulfills his current contract when he faces Glover Teixeira in the co main event of UFC on FOX 6 in Chicago Jan. 26. “The format was flawed,” said Erin Bruch, a Bethlehem resident who procured a ticket to the ticketed event. “He quoted in there that he wanted a discussion. A discussion is we get to ask the questions, you give us your answer and we give you a different idea. cheap canada goose outlet

Canada Goose Parkas The pioneers of American Pop will be represented with key works by Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Claes Oldenburg, John Chamberlain, James Rosenquist, Tom Wesselmann, and Mel Ramos. The exhibition will further examine a new generation of artists in the 1980s including Jeff Koons, Richard Prince, John Baldessari, Barbara Kruger, and Raymond Pettibon who began to rethink ideas of commodity culture in a new social and political climate. And finally, Pop Departures will consider contemporary artistic positions in relation to commodity culture and celebrity with recent work by Josephine Meckseper, Elad Lassry, Margarita Cabrera, Mickalene Thomas, and Ryan Trecartin Canada Goose Parkas.

Have regional diversity directors standing in front

man shot in the leg at valero gas station in greenfield

wholesale nfl jerseys Missing and incorrectly used apostrophes. Again, there no excuse for this mistake and it is one that will set you apart from the others in your industry. Apostrophes are NEVER used to create plurals but you see this all the time. “We overcame a lot of it to get into the tournament,” Crean said. “. Do they feel the criticism for me? I know they do. wholesale nfl jerseys

wholesale nfl jerseys One of the best nature walks in the area is adjacent to downtown Coeur d’Alene. Tubbs Hill, which juts out into the lake https://www.chinesejerseysshop.com/, is an undeveloped nature preserve, home to a vast variety of birds and a range of other animals as well. The campgrounds in this eTrail include: Farragut State Park, Mokins Bay, Honeysuckle, Beauty Creek, Bell’s Bay, and Heyburn State Park.. wholesale nfl jerseys

Ex pat pubs never interest me much and I usually opt for a local dive bar where the drinks and tourist advice are cheap couple rounds on the foreigner and you can get a full day itinerary to the insider city. But after feeling so new all over again in a city that I once called home, I was in desperate need for something familiar. The Portland Ale House waved me over with its stars and stripes, bad punk music, and pinned football jerseys.

While diversity may be a top down imperative at Nordstrom wholesale nfl jerseys, Talley adds, it is more importantly a regional commitment that helps keep the retailer in tune with the communities it serves. Have regional diversity directors standing in front, one on one, right there, says Talley. A lot of where the success has come in.

Cheap Jerseys china Fashion shows and events are very regular in developed European cities and they attract huge crowds. Some of the most popular fashion weeks, that showcase collections of most reputed fashion designers in the world are held in European cities every year. Though people s choice of garments and costumes keeps changing all the time, European fashion wears always get better response and acceptance in the market. Cheap Jerseys china

Cheap Jerseys china There was a loud cheer Saturday when Ware, wearing his No. 5 jersey and supported by crutches, followed his teammates onto the floor before the NCAA semifinal against Wichita State. Ware sat in a chair by the Louisville bench and propped up his surgically repaired right leg on a stack of towels situated on another chair.. Cheap Jerseys china

Cheap Jerseys free shipping Probably haven had that many in a game since high school, said Schwan, a who played at Central Dauphin High School in Harrisburg. I more confident now than before. I on cloud nine right now with the performance I had today. “I thought about it,” he says. “But the thing is, the more it went on, the more it took over my life for about a year, really. And then I started to think, ‘Will my brain trick me into thinking it is haunted? Or something will happen when I get it.’ And, to be honest, I didn’t have the money to fork out and I was a little bit scared!” Cheap Jerseys free shipping.

Stefa’

La scena in cui Tony Servillo spiega alla scrittrice impegnata di sinistra perchè il castello delle sue convinzioni sia un castello di dogmi inapplicabili agli esseri umani, rimane una delle più alte lezioni sull’incosistenza autoriferita del salotto culturale di sinistra.

 

 

 

 

“Stefà, “madre e donna”, hai 53 anni e una vita devastata, come tutti noi. E allora invece di farci la morale e di guardarci con antipatia, dovresti guardarci con affetto. Siamo tutti sull’orto della disperazione, non abbiamo altro rimedio che guardarci in faccia, farci compagnia, e pigliarci un po’ in giro. O no?”.

 

 

As is usual on Cricinfo, any poll is hijacked by nationalism

May far exceed the value placed on the gift by it’s recipient. I never liked being exhorted to write a thank you note as a child, if I did write one it turned the gift into a barter which I did not seek out, if I didn’t write one cheap nfl jerseys, the guilt I felt for not writing one seemed like a punishment that came with the gift for which I did not ask. It created a situtation where I could be looked upon as an unappreciative jerk, a situation I never entered into voluntarily.

Cheap Jerseys china Something seems a bit strange here. 47,000 votes for Bangladesh’s colour clashing uniform? Everyone’s taste is different but this ridiculous. As is usual on Cricinfo, any poll is hijacked by nationalism and reality is thrown out of the window. These wayfarers ray bans articles Bertot locked up in the kitchen cupboard, and took latest ray ban sunglasses for women away the key with him. He ought to have taken where can i get cheap ray bans the additional precaution of placing a seal on the cupboard, ray ban sunglasses rb3025 so as to prevent any tampering with the lock, or oakley snowboard jackets any treachery with a duplicate key. But this he neglected coach op art bags to do.. Cheap Jerseys china

wholesale nfl jerseys from china Frequently I’ll go in there and pick up a guitar. I guess it is a retreat; I never really thought of it that way. If I have things that are bothering me, I’ll just go in there and pick up a guitar.”. Edith Kanaka Multi Purpose Stadium. Saturday: Merrie Monarch Royal Parade, begins and ends at Pauahi Street in downtown Hilo. Saturday: Group hula auana, followed by award presentations. wholesale nfl jerseys from china

Cheap Jerseys from china He was predeceased by his wife, Vincenta Hayes, in 2001 and his brother, Joseph J. Hayes, in 1994. He is survived by his children: Joseph M. Many bones are built “improperly” by the body because of magnesium deficiency and end up brittle. Though it probably goes without saying, magnesium deficiency has been linked to ailments such as osteoporosis. So magnesium glycinate is definitely a bone healthy supplement.. Cheap Jerseys from china

wholesale jerseys He’s fair over here.’ This guy was excellent at all the spots. In New England we took advantage of that. I know they put him on the goal line some in Kansas City. Cubs: Maddon said OF (left hamstring) needs nine or 10 more at bats at Triple A Iowa before he’ll return. Bryant was the DH, but not because of any injuries during a head first slide into second base a night earlier. wholesale jerseys

wholesale nfl jerseys STRIPED SEA ROBIN fishing is fantastic. Lobster are found wherever one is saltwater fishing. Great fishing from shore many fish measuring over 17 inches and barking up a storm ( grunting noise they make when handling them). “These events put sport into perspective but they also show why the values of sport are so important to free society,” Froome said on Sunday in a prepared speech. “We all love the Tour de France because it’s unpredictable but we love the Tour more for what stays the same the passion of the fans for every nation, the beauty of the French countryside and the bonds of friendship created through sport. These things will never change wholesale nfl jerseys.

Suoni e colori

Come spesso si dice, dietro questa immagine di un paese fermo e vecchio, c’è in realtà un paese che in larga parte si muove.

Adesso a Fabrica, per dire, Angelo Semeraro (autoctono, laureato a Bologna. insieme a un gruppo di autoctoni) ha messo su una cosa che sta fra musica, app, e cultura digitale, che è balzata alle cronache di mezzo mondo. In sostanza ha fatto un disco (bellissimo, tra l’altro) un app e un libro. E tutte e 3 le cose insieme. Ascolti il disco, scarichi l’app, e usi il libro. O in un altro senso: prendi il libro, scarichi l’app, e senti il disco.

In sostanza inquadrando con la fotocamera pezzi di mondo, l’app “ascolta” quell’immagine e la traduce in suoni, secondo 3 colori: blu, rosso e nero. La proporzione di quei colori genera una proporzione sonora, e quindi un certo tipo di composizione. Il libro, a sua volta, ha dentro delle meravigliosi illustrazioni, le cui proporzioni di colore ritornano di nuovo a ricomporre una sonorità.
Insomma, come la giri o la rigiri, l’app, il libro, e la musica, sono bellissime. E se esiste la parola sinestesia, lì dentro c’è qualcosa che gli va molto vicino.

Ecco adesso, non che sia importante che tutto sia digitale e apptropizzato, però è bello, e sano, che ci siano in giro per il mondo talentacci così, che reinventano tutto, rimettendo gli ingredienti in discussione, e restituendoci attraverso una diversa fruizione una qualche intelligente bellezza.

 

Memory

Noto una certa analogia fra il layout del Corriere e il nuovo layout di Repubblica.