CHRIS BURDEN – METROPOLIS



Chris Burden non ha tanto bisogno di presentazioni (Tate, Gagosian, Whitney eccetera). E in ogni caso non è importante. Io non l’avevo visto, ma un paio d’anni fa ha messo su questa installazione semplicemente incredibile. Un enorme circuito di macchinine a girare a zonzo a tutta velocità fra modellini di palazzi. Come una scena la cui frenesia ha perso il senso del gioco, e intorno una città mezza ludica e mezza isterica, che ha perso il senno, e il senso.

 

 





Post scritto da @roberto_marone il